Regolamento didattico

REGOLAMENTO DIDATTICO

Regolamento approvato dal Consiglio direttivo A.P.I. con delibera n. 02/2019 del 29 aprile 2019

INDIRIZZO E BASI TEORICHE

L’indirizzo della scuola assegna dignità scientifica e una sua propria autonomia alla psicoterapia ericksoniana e all’ipnosi di cui è soltanto un aspetto. Non dimentichiamoci che la terapia strategica stessa è una derivazione del metodo ericksoniano, la Programmazione Neurolinguistica in buona parte, la terapia sistemico relazionale degli ultimi anni fa riferimento ad Erickson come vate ispiratore in grado di proporsi come guida alternativa ad un modello sistemico un po’ stantio. E che dire della terapia provocatoria e persino della Gestalt che ha fatto sue alcune delle tecniche ericksoniane più innovative. Ma ciò che dona dignità e valore alla terapia ericksoniana è la sua estrema efficacia, affidabilità e verificabilità nella pratica scientifica e terapeutica. Erickson operava come il vecchio medico di campagna ma con una straordinaria capacità intuitiva e con un genio creativo che pochi uomini nella storia della medicina hanno avuto.

METODOLOGIA TEORICO-PRATICA

Nel corso dei quattro anni lo studente sarà orientato verso lo studio dell’approccio alla psicoterapia ericksoniana attraverso diversi livelli. Semplicisticamente potremmo suddividere gli insegnamenti in: un quarto lezioni teoriche, tre quarti faranno parte di un corpus di tecniche pragmatiche ed esperienziali per iniziare in maniera corretta lo studio della psicoterapia.
L’insegnamento delle varie discipline comprende oltre alle lezioni teoriche anche seminari, training di formazione, conferenze, gruppi di lavoro, intensa attività su casi clinici che si snoderanno a seconda della complessità in progressione per tutta la durata dei quattro anni.

DURATA E ORARIO LEZIONI

Il Corso di specializzazione in psicoterapia ha una durata minima di quattro anni. Il numero delle ore annuali di insegnamento teorico e di formazione pratica è di 500 ore annuali, di cui 150 ore annuali di tirocinio in enti pubblici o strutture private accreditate. Le lezioni si svolgono da gennaio a dicembre (pausa estiva ad agosto) di solito nel fine settimana: venerdì pomeriggio dalle ore 15.00 alle 20.00 circa; sabato e/o domenica dalle 09:00 alle 20:00 circa, con pausa pranzo di un’ora. Il calendario delle lezioni è di norma reso noto mediante pubblicazione sul sito ufficiale.

COLLOQUIO DI AMMISSIONE

La selezione degli allievi avviene sulla base di una valutazione del percorso formativo e dei risultati di un colloquio di ammissione, condotto dal direttore e/o da docenti della scuola di specializzazione. Il colloquio è orientato innanzitutto a verificare le motivazioni, le capacità personali e le eventuali esperienze professionali. I candidati devono inviare una e-mail alla segreteria allegando un breve curriculum e indicando un recapito presso cui essere contattati, per fissare la data del colloquio. In questa fase non è previsto nessun contributo economico. Il colloquio di ammissione è gratuito.

ISCRIZIONE AL PRIMO ANNO

Ai sensi del D.M. 509/98 possono accedere alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia i laureati in Psicologia e in Medicina e chirurgia iscritti ai rispettivi Albi professionali. I laureati che non abbiano ancora superato l'Esame di Stato potranno essere iscritti con riserva, purché lo superino entro la prima sessione successiva all'inizio dei corsi e si iscrivano all'Ordine di pertinenza entro trenta giorni dall'abilitazione. L’allievo, non appena perfeziona la sua iscrizione all’Ordine professionale, dovrà consegnare il certificato presso la direzione della scuola.

Gli allievi che non conseguano il titolo di abilitazione all'esercizio professionale entro la prima sessione utile successiva all'effettivo inizio dei corsi stessi sono da considerarsi ripetenti.

L'allievo che non dovesse superare l'Esame di Stato nei termini indicati non potrà conseguire il diploma di Specializzazione in Psicoterapia prima di quattro anni dal superamento dell'Esame di Stato e della relativa iscrizione all'Ordine professionale. Chi sia già in possesso del titolo di abilitazione deve in ogni caso procedere alla richiesta d'iscrizione all'Albo professionale prima della data d'inizio del corso di specializzazione.

La scuola ammette un massimo di 20 allievi per ogni anno accademico. Per iscriversi scaricare il modulo d'iscrizione e consegnarlo direttamente in segreteria compilato e firmato (o inviarlo in formato pdf presso l'indirizzo pec) con il proprio documento di identità, l'iscrizione all'albo, il curriculum vitae e la ricevuta di pagamento della prima rata. 

Sono esclusi dall'ammissione al Corso di specializzazione i candidati con eventuali carichi penali pendenti. Se dopo l'ammissione al Corso di specializzazione, un allievo dovesse incorrere in condanne penali, la direzione dell'istituto è autorizzata a escluderlo dalla Scuola.

Eventuali rinunce devono essere comunicate almeno 15 giorni prima dell’inizio dell’anno accademico del primo anno del Corso Quadriennale, con Raccomandata A/R o alla Pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Nel caso di rinuncia nei tempi consentiti sarà rimborsata la quota di iscrizione decurtata del 30%. Non è previsto alcun rimborso della quota di iscrizione per la rinuncia non comunicata nel suddetto termine.

ISCRIZIONE/TRASFERIMENTO DEGLI ALLIEVI PROVENIENTI DA ALTRI ISTITUTI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO

Circolare 27130 del 18/11/2016

Le iscrizioni a un anno di corso successivo al primo possono essere considerate regolari, nei limiti del numero massimo degli allievi che l'istituto è stato autorizzato a iscrivere per ogni anno di corso. Tali iscrizioni possono riguardare sia gli allievi che provengono da una scuola di specializzazione con indirizzo teorico-culturale uguale a quello della scuola di nuova iscrizione, sia gli allievi che provengono da una scuola di specializzazione con indirizzo teorico-culturale diverso. Tali iscrizioni dovranno essere disposte dal Consiglio dei docenti della Scuola nella quale l'allievo si trasferisce, considerati gli esami superati, l'apposito libretto di formazione, nonché l'eventuale documentazione integrativa fornita dalla scuola di provenienza. Il Consiglio dei docenti provvederà ad iscrivere l'allievo che proviene da una scuola con indirizzo diverso, all'anno di corso corrispondente alla formazione già acquisita. Nel caso in cui fosse necessaria un'integrazione degli esami per l'iscrizione all'anno proposto dal Consiglio dei docenti della Scuola, tale integrazione deve essere effettuata dall'allievo all'inizio dell'anno del corso di specializzazione. In ogni caso non sono consentite abbreviazioni del corso stesso, tranne per gli allievi già in possesso di diplomi di specializzazione in psicoterapia conseguiti in indirizzi teorico-culturali diversi da quello della scuola di nuova iscrizione.  Per le iscrizioni o trasferimenti degli allievi provenienti da altri istituti ad anni successivi al primo, è necessario scaricare il modulo di ammissione e inviarlo, compilato in tutte le sue parti alla segreteria (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), allegando la copia del CV, il libretto di formazione o in mancanza un documento dal quale si evinca il percorso formativo dell'allievo firmato dal direttore della scuola di specializzazione di provenienza, il certificato di iscrizione all'Albo, la Carta d'identità. In caso di parere favorevole del Consiglio dei docenti della Spie, l'allievo si impegna a perfezionare l'iscrizione mediante il pagamento delle tasse, entro i tre giorni successivi alla comunicazione dell'ammissione al Corso di Specializzazione.

Sono esclusi dall'ammissione al Corso di specializzazione i candidati con eventuali carichi penali pendenti. Se dopo l'ammissione al Corso di specializzazione, un allievo dovesse incorrere in condanne penali, la direzione dell'istituto è autorizzata a escluderlo dalla Scuola.

COSTI

Retta annuale: € 3100,00 (IVA esente art.10, DPR 633/72), da pagare in unica soluzione o in sei rate bimestrali. Ulteriori soluzioni sono da concordare con la segreteria.

Tassa di iscrizione (una tantum): € 150,00. La quota di iscrizione è gratuita per chi effettua l'iscrizione 30 giorni prima dell'inizio delle lezioni.

Tasse d’esame di Specializzazione (al termine dei quattro anni): € 100,00.

La prima rata di euro 300,00 deve essere versata all'atto dell'iscrizione insieme alla tassa di iscrizione (una tantum) di € 150,00. La scadenza delle rate successiva alla prima (pari a € 560,00), è decisa all'inizio dell'anno formativo e resa nota agli allievi mediante la pubblicazione sul sito. Superati 10 giorni dalla data di scadenza stabilita, il mancato pagamento della retta (o di una rata) obbliga l’iscritto al versamento di una mora del 10% sul dovuto. Il reiterato mancato pagamento protratto per due mesi dalla data di scadenza comporta, oltre il pagamento degli interessi moratori, la sospensione dal Corso fino all’esecuzione del versamento dovuto; le attività didattiche dovranno comunque essere recuperate. Eventuali sconti o borse di studio saranno detratti dall'ultima rata.

Per poter accedere sia all'esame annuale per l'ammissione all'anno successivo, sia all'esame di diploma di specializzazione (al termine dei quattro anni) è necessario essere in regola con tutti i pagamenti.

Il costo della retta annuale include: la partecipazione ai seminari, alle lezioni teoriche e a tutte le attività che fanno parte del programma formativo; attività e supervisione al Centro clinico; prove d’esame intermedie; orientamento nella scelta della struttura per il tirocinio; copertura assicurativa INAIL contro il rischio di infortuni, sia in aula sia per lo svolgimento del tirocinio; copertura assicurativa RCT per lo svolgimento del tirocinio. Gli allievi, iscritti al primo, secondo e terzo anno, che non hanno svolto il tirocinio annuale o lo hanno svolto in misura minore rispetto all'ordinamento didattico della Scuola, sono tenuti a ripetere l’anno e saranno iscritti come ripetenti. Le tasse per il primo, secondo e terzo anno ripetente sono pari al 50% della retta ordinaria.

Gli allievi iscritti al quarto anno che non hanno svolto il tirocinio annuale o lo hanno svolto in misura minore rispetto all'ordinamento didattico della Scuola, sono tenuti a ripetere il quarto anno e saranno iscritti come ripetenti. In questo caso dovranno pagare solo la tassa di iscrizione pari a euro 150,00. Nel caso in cui il livello di apprendimento raggiunto dall'allievo iscritto al quarto anno non sia idoneo al superamento dell'anno e all'ammissione all'esame finale di specializzazione le tasse, per l'iscrizione al quarto anno ripetente, saranno pari al 50% della retta ordinaria.

TIROCINIO

Ai sensi dell’art. 8, comma 2 del Regolamento n. 509/1998, il tirocinio costituisce parte integrante dell’insegnamento annuo teorico e di formazione pratica e, pertanto, non può essere, recuperato, né procrastinato ad anni successivi. Gli allievi che non hanno svolto il tirocinio annuale o lo hanno svolto in misura minore rispetto all'ordinamento didattico della Scuola, sono tenuti a ripetere l’anno. Le 150 ore di tirocinio devono essere svolte nell'anno didattico e non possono costituire monte ore per l’anno successivo tranne in caso di seri impedimenti (malattie, maternità, gravi eventi familiari, ecc.). L’allievo/a che ha sospeso il tirocinio (per maternità, malattia o altro motivo personale) è tenuto/a a recuperarlo prima di essere ammesso/a a frequentare l’anno successivo di corso. La gravidanza deve essere certificata dal medico. Tale certificazione deve essere consegnata alla Scuola e conservata agli atti

Non è possibile svolgere il tirocinio se non dopo l’iscrizione comprovata all'Ordine Professionale. 

Se un allievo è già iscritto alla lista degli psicoterapeuti e frequenta una nuova scuola di specializzazione deve comunque svolgere il tirocinio per ciascun anno di corso.

La Scuola di specializzazione SPIE, non si assume la responsabilità per ritardi e difficoltà nell'espletamento dei tirocini che non dipendono dalla propria attività, ma da questioni relative all'ente erogante.

SUPERVISIONE DIRETTA E INDIRETTA

Supervisione diretta: dal terzo anno, sotto la guida di un docente esperto, viene effettuato un periodo di supervisione diretta in psicoterapia ipnotica attuato tramite osservazione, partecipazione e conduzione di sedute di psicoterapia con i pazienti. Inoltre, sotto la guida di un docente esperto, si effettuerà in aula la discussione di casi clinici.

Supervisione indiretta: dal terzo anno è possibile svolgere attività psicoterapeutica privata a condizione che essa sia supervisionata dai tutor della scuola di specializzazione.

TERAPIA PERSONALE

La Scuola non richiede obbligatoriamente un percorso di analisi personale preliminare all’iscrizione. Tuttavia, essendo tale percorso considerato essenziale ai fini di un’adeguata formazione, la terapia personale individuale è vivamente consigliata e sarà valutata come un ulteriore attività formativa, di cui si terrà conto per il voto finale di diploma. L’allievo, previo appuntamento, concorda con il Direttore il percorso individuale da compiere, fermo restando che è consentita la scelta di psicoterapeuti, anche di diverso orientamento, presso enti pubblici, strutture private accreditate e studi professionali. In ogni caso lo psicoterapeuta deve essere scelto al di fuori dei docenti della Scuola così da evitare sovrapposizione di ruoli. Non è fissato un numero minimo di sedute, ma esse devono essere certificate. La terapia personale è considerata al di fuori del monte ore previsto dall’ordinamento didattico dell’Istituto e non è compresa nella retta.

UTILIZZO E DIFFUSIONE DEL MATERIALE DIDATTICO

La scuola di specializzazione S.P.I.E. è il titolare e il responsabile del trattamento dei dati personali e dei dati sensibili, del personale docente e non docente, degli allievi e dei pazienti. Pertanto, qualunque operazione concernente la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, la consultazione, l'elaborazione, la modificazione, l'utilizzo, la diffusione, la cancellazione e la distruzione di dati, deve essere effettuata rispettando le misure di custodia e di sicurezza previste dal codice della privacy (Regolamento UE 679/2016, D.lgs 196/2003 e s.m.i.), onde evitare la perdita o diffusione accidentale degli stessi.

Sulla base di ciò, gli allievi hanno l’obbligo di mantenere l’assoluta riservatezza sui dati sensibili di cui verranno a conoscenza in virtù delle attività svolte all'interno della scuola; hanno l’obbligo di non divulgare informazioni sulla salute dei pazienti e di attenersi alle norme che regolano la Deontologia e la Privacy di relativa spettanza.

Durante le terapie sarà possibile prendere appunti, ma sono vietati riferimenti che possono ricondurre direttamente al paziente, il quale, nelle eventuali relazioni sul caso clinico, deve essere citato in forma anonima. La videoregistrazione di una terapia non può essere diffusa, pertanto, in casi eccezionali e previa autorizzazione scritta, potrà essere consultata presso la sede della scuola di specializzazione. Il materiale informatico, contenente dati sensibili dei pazienti, potrà essere richiesto solo per la tesi di specializzazione, previa autorizzazione scritta. Saranno creati appositi registri per tracciare l’accesso alla banca dati.

LIBRETTO DI FORMAZIONE

Il Consiglio dei docenti del corso predispone un apposito libretto di formazione, che consente all'allievo e al Consiglio stesso il controllo delle attività svolte per sostenere gli esami annuali e finali, ivi compresa l'attività finalizzata, attraverso la promozione di una formazione personale, al conseguimento di adeguate competenze sulla conduzione della relazione interpersonale e specificatamente psicoterapeutica (art.10, D.M. 509/1998).

FREQUENZA ED ESAMI

La frequenza delle lezioni è obbligatoria e le assenze non possono superare il 20% del totale delle ore. Per gli eventuali seminari la frequenza è obbligatoria e le assenze non possono superare il 10% del totale. Al termine dell’anno formativo gli allievi sono tenuti a sostenere l’esame annuale per l'ammissione all'anno successivo, che comprende anche una relazione sul tirocinio svolto (art. 10 Reg. 509/1998). La valutazione del profitto individuale è espressa con una votazione in trentesimi. La prova è superata con una votazione di almeno 18/30. In caso di votazione massima (30/30) può essere attribuita la lode. Il voto è riportato su apposito verbale. L’assenza ingiustificata all’esame annuale nella data stabilita comporta il pagamento di una penale di € 50,00 per sostenere l’esame in altra data utile. Nel corso dell'anno, l’Istituto può predisporre verifiche di profitto in itinere, mediante questionari a risposte chiuse o prove pratiche, in rapporto con gli obiettivi formativi propri della Scuola medesima. In tal caso, lo specializzando viene valutato sulle conoscenze e sulle competenze acquisite. I risultati delle predette prove concorrono a comporre l’unico voto finale nell’ambito dell’esame annuale. La frequenza della Scuola esenta dall'assolvere l'obbligo dei crediti E.C.M.   

CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DELL'ATTESTATO FINALE

Per il conseguimento del diploma di specializzazione, lo specializzando, dopo il completamento e il superamento dell’esame dell’ultimo anno di corso, deve sostenere la prova finale. La prova finale consiste nella discussione pubblica della tesi di specializzazione. Lo specializzando svolge il proprio lavoro di preparazione della tesi, sotto la guida di un relatore, su un argomento coerente con gli obiettivi formativi della Scuola di Specializzazione, nel quale siano esposti almeno due casi clinici, valutati con il metodo della supervisione diretta e indiretta, partendo dalla fase diagnostica fino alla conclusione dell'intervento. Il relatore di tesi deve essere un docente della Scuola. La sessione di diploma sarà condotta da una Commissione di tre docenti della Scuola. Il Presidente della Commissione è il Direttore della Scuola. Ciascun membro della Commissione avrà a disposizione 2 punti e, pertanto, il voto di tesi non potrà superare i 6 punti. La Commissione valuta il candidato, avendo riguardo al curriculum dell’intero ciclo di studi, ai giudizi degli eventuali docenti-tutori, all’eventuale analisi personale e infine allo svolgimento della prova finale. La prova si intende superata con una votazione minima di 66/110. La Commissione in caso di votazione massima (110/110) può concedere la lode su decisione unanime. Dello svolgimento e dell’esito della prova finale la Commissione redige apposito verbale. Per quanto attiene al voto di ammissione all'esame di diploma, il calcolo andrà fatto sulla media dei voti conseguiti negli esami annuali durante l’intero ciclo di studi. Gli allievi ammessi all’esame di diploma, possono sostenerlo entro le due sessioni di diploma dell’anno, maggio e novembre. Almeno tre mesi prima della sessione in cui si intende discutere la tesi di specializzazione, l’allievo dovrà presentare alla segreteria il modulo di approvazione tesi e la domanda di iscrizione alla sessione di discussione. Requisiti fondamentali per accedere alla discussione di tesi: essere iscritti da almeno quattro anni all’albo degli psicologi; essere in regola con i tirocini; essere in regola con tutti i pagamenti riguardanti le rette dell’intero ciclo di studi.

La copertina della tesi dovrà riportare

  1. Il logo e nome per esteso dell’Istituto: SCUOLA DI PSICOTERAPIA IPNOTICA ERICKSONIANA
  2. La dicitura TESI DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA.
  3. Un breve titolo ed un eventuale sottotitolo più lungo. Il sottotitolo dovrà essere riportato dopo il titolo.
  4. L’indicazione dell’anno accademico in cui ci si diploma.
  5. Il nome del relatore, il nome dello specializzando/a.

RINUNCIA AGLI STUDI SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE

La rinuncia agli studi è un atto formale con il quale si comunica di voler chiudere la propria carriera. Si tratta di un atto irrevocabile, che non dà diritto alla restituzione delle somme già versate quale retta (anche parziale) di partecipazione a qualsiasi anno del Corso di Specializzazione. La dichiarazione di rinuncia sottoscritta produce la perdita della condizione di specializzando dal momento della presentazione presso la Segreteria delle Scuola di Specializzazione. L’allievo, che presenta la domanda di ritiro entro il 31 gennaio dell’a.a. in corso, è tenuto al pagamento della sola prima rata della tassa di iscrizione. Qualora rinunci dopo tale data, sarà tenuto al versamento della tassa dell’intero anno di corso, senza penali. Per rinunciare agli studi è necessario: compilare la domanda di rinuncia agli studi; stampare la domanda, firmarla e presentarla presso la Segreteria delle Scuola di Specializzazione. La domanda viene sempre accettata, tranne nel caso in cui non si sia in regola con i pagamenti arretrati. La domanda di rinuncia agli studi può essere presentata in qualunque momento dell’anno e sarà immediatamente efficace. La rinuncia non preclude in futuro la possibilità di una nuova iscrizione allo stesso corso di specializzazione. La modulistica è reperibile presso il sito web.

SOSPENSIONE DEGLI STUDI

Un allievo va posto nello stato di sospeso, quando presenta all’Istituto richiesta di sospensione del corso, interrompendo temporaneamente gli studi. I motivi di sospensione, debitamente certificati, possono essere:

  • Obbligatorietà di legge (es. gravidanza – in questo caso l’allieva non potrebbe sostenere il tirocinio).
  • Malattia
  • Motivi personali

L’Istituto dovrà conservare la documentazione presentata dall’allievo con la richiesta di sospensione, in quanto il Ministero potrebbe avvalersi del diritto di verificare la veridicità delle dichiarazioni. Un allievo sospeso potrà essere, nell’anno formativo successivo, di nuovo iscritto nell’annualità di corso interrotta. La richiesta di sospensione non è revocabile nel corso dell’anno accademico e riguarda l’intero anno accademico, non solo una parte di esso. Nel periodo di sospensione l’allievo è totalmente esonerato dal pagamento di tasse e contributi. In caso di interruzione del Corso da parte dell’allievo per gravi e comprovati motivi di salute o maternità, l’A.P.I. (Ente gestore della scuola di specializzazione S.P.I.E.) si obbliga a mantenere le somme già versate quali somme in acconto per i futuri anni accademici, ovvero quale acconto sul maggior avere, relativo al saldo dell’anno accademico in corso, nel caso in cui successivamente l’allievo decida di rinunciare. La modulistica è reperibile presso il sito web.

 

DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE

Il presente regolamento entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sul Sito Ufficiale d’Istituto.

Il presente Regolamento può essere integrato da delibere del Consiglio Direttivo dell’A.P.I., Ente gestore della Scuola di specializzazione in psicoterapia.

Le delibere, di cui al comma precedente, vanno comunicate ufficialmente agli specializzandi dal Direttore, per ciò che è di loro competenza.

 

 

    Data pubblicazione sul sito                                                                                              Il Direttore                                                10 maggio 2019                                                                                          Dott. Salvatore Antonino Palumbo               

 

                                                                                                                           

                                                                                                            

 

 

                                                                                                                                       

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.